La Defibrillazione precoce è il metodo più efficace per la rianimazione dei pazienti colpiti da arresto cardiaco. Il sistema di emergenza sanitaria ha dei tempi tecnici di gestione delle chiamate difficilmente riducibili e, per questo motivo, l’attuale sopravvivenza all’arresto cardiaco con il soccorso tradizionale, resta inferiore al 5%. Le probabilità di sopravvivenza, e la qualità di vita successiva all’evento, sono strettamente correlate alla presenza di un defibrillatore nelle vicinanze.
Progetto Vita ha instaurato in Piacenza e provincia la prima rete europea capillare di DAE accessibili al pubblico con un sistema di informazione/formazione e logistica in grado di assicurare 30.000 volontari formati (first responders) su una popolazione di circa 288.000 unità (1 persona su 10). Grazie a questo progetto, i tempi di risposta sono di 5-6 minuti dall’insorgenza dell’evento cardiaco e la sopravvivenza è del 41,4%. Per sfruttare al meglio i potenziali first responders, abbiamo ideato una APP che permette di coinvolgere i cittadini in un sistema di allerta che integra i first responders al 118 sfruttando la rete capillare di defibrillatori sul territorio attraverso l’utilizzo degli smartphones per creare una “rete di soccorso sociale”.
OBIETTIVO Creare un approccio innovativo di partecipazione pubblica alla gestione delle emergenze, che permetterà a tutti i cittadini di collaborare con i il sistema di emergenza territoriale e prestare soccorso qualora sia necessario raggiungendo il DAE più vicino.
METODO Abbiamo creato la APP gratuita “PROGETTO VITA” che permette all’utente 1 - di chiamare con un solo click il 118 e attivare contemporaneamente la rete first responders. 2 - di ricevere richieste di soccorso e poter essere parte attiva della rete di soccorso.
Quando si riceve richiesta di soccorso, permette di visualizzare la sequenza consigliata, mostra non solo la mappa, ma anche le indicazioni per giungere con il percorso più breve al DAE. In parallelo la mappa mostra la strada per raggiungere la persona che ha richiesto il soccorso e di chiamarla direttamente dalla schermata della APP.
La APP consente l’inserimento dei DAE e la creazione della mappa per ogni città. Ogni DAE, può essere inserito scannerizandolo con lo smart phone, attraverso il quale si possono fare segnalazioni relative ai DAE.
RISULTATI Si attende un aumento del numero degli interventi da parte dei first responders, con conseguente aumento della sopravvivenza da arresto cardiaco.
CONCLUSIONE: Questa APP non si sostituisce ai mezzi di soccorso tradizionali, ma si integra sopperendo alle limitazioni intrinseche delle gestioni delle chiamate.
La rete di Progetto Vita si configura come laboratorio pilota di cittadinanza attiva in una rete di soccorso sociale. Sulla base dei risultati potrà essere estesa ad altre realtà italiane promotrici dell’uso “laico” dei DAE

APP Progetto VITA

Associazione Progetto Vita
C/o U.O. Cardiologia, Ospedale di Castel S.Giovanni (PC) 

Sede sociale: Via Martiri della Resistenza 2b
Sede legale: Largo Matteotti, 16 - 29121 Piacenza
C.F. 9 1 0 6 1 5 9 0 3 3 6 - IBAN IT21L0503412600000000004437

La segreteria risponde da Lunedì a Venerdì  dalle 9:30 alle 17:00

Tel. 0523-880336

Mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PEC:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.